PHOENIX group dimostra senso di responsabilità per l'assistenza sanitaria in Europa


PHOENIX group fiscal year 2019-20
18.05.2020

Mannheim, Germania

  • Espansione della leadership nel settore del mercato farmaceutico all'ingrosso ed al dettaglio in farmacia
  • Performance operativa totale (34,5 miliardi di euro; +4,5%) e ricavi (27,3 miliardi di euro; +5,9%) in aumento
  • Crescita in Germania ed in particolare nell'Europa orientale
  • Prospettive positive per l'anno fiscale 2020/21

Nell'ultimo anno fiscale 2019/20 (31 gennaio 2020), PHOENIX group ha ampliato la sua posizione di leader come grossista farmaceutico europeo ed operatore di farmacia. La società prevede inoltre una crescita delle entrate e dei risultati per l'anno fiscale 2020/21 in corso. Durante la pandemia di Coronavirus, PHOENIX group è riuscito a confermarsi pilastro essenziale dell'assistenza sanitaria. "Anche in circostanze molto difficili, abbiamo assicurato che milioni di persone in Europa fossero in grado di ottenere i loro farmaci in modo affidabile e rapido in ogni momento", ha sottolineato Sven Seidel, Amministratore Delegato di PHOENIX Pharma SE.

PHOENIX group aumenta le prestazioni operative e le entrate totali

PHOENIX group, attivo in 27 paesi europei, ha ulteriormente migliorato i dati finanziari chiave nell'ultimo anno fiscale. La sua performance operativa totale è salita ad oltre 34,5 miliardi di euro. Questa cifra chiave, che è rilevante per il commercio all'ingrosso farmaceutico e comprende entrate e volume gestito, è aumentata del 4,5% rispetto l'anno precedente. Le entrate sono cresciute del 5,9% a 27,3 miliardi di euro. La regione dell'Europa orientale ha dato un contributo particolarmente forte alla crescita delle entrate.

L'utile prima di interessi, imposte, ammortamenti (EBITDA) è leggermente diminuito a 469,8 milioni di euro (senza l'applicazione dell'IFRS 16 - un principio contabile che disciplina la contabilizzazione dei leasing). Ciò è dovuto in particolare a spese non ricorrenti. Nell'esercizio fiscale 2019/20 la società ha registrato perdite per riduzione di valore dell'avviamento nel Regno Unito, in Romania e in Germania. Nel Regno Unito il calo è dovuto ad un'ulteriore riduzione della remunerazione delle farmacie da parte del Servizio Sanitario Nazionale (National Health Service, NHS). In Romania e Germania il calo è stato invece determinato da un crescente bisogno di capitale circolante. Alla data di bilancio del 31 gennaio 2020, il coefficiente patrimoniale era pari al 32,5% (senza applicazione dell'IFRS 16). L'utile del periodo è cresciuto positivamente a 44,4 milioni di euro (senza l'IFRS 16). Il numero di dipendenti in Europa è aumentato del 5% ad oltre 39.000 unità, principalmente a seguito di acquisizioni in Olanda, Romania, Serbia e Repubblica Ceca.

La posizione in Germania si è ulteriormente rafforzata

Il mercato tedesco è molto importante per PHOENIX group perché rappresenta il 33,7% delle entrate totali. La società si è sviluppata con successo con un aumento del fatturato del 3,6% a 9,2 miliardi di euro, che rappresenta una crescita di 317,6 milioni di euro rispetto l'anno precedente. Il concetto omnicanale PHOENIX "deine Apotheke" (la tua farmacia) supporta le farmacie tedesche nella crescente digitalizzazione. Tramite servizi dedicati come l'app per smartphone "deine Apotheke", il più grande programma di fidelizzazione della Germania PAYBACK e la prima rivista femminile nelle farmacie tedesche, PHOENIX group consente alle farmacie della comunità di entrare nel mondo digitale mantenendo la propria identità. Attrarre nuovi clienti finali e fidelizzare quelli esistenti è il focus del concetto in-store e digital del grossista farmaceutico.

Prospettive positive per l'anno fiscale 2020/21

Per l'anno fiscale 2020/21, la società prevede un aumento delle entrate leggermente superiore al livello di crescita sui mercati farmaceutici europei ed una crescita dei ricavi in ​​quasi tutti i mercati in cui è presente. Per gli utili al lordo delle imposte, PHOENIX group prevede un livello superiore a quello dell'anno precedente. Ci si attende inoltre un leggero aumento del rapporto azionario. "Siamo positivi per l'anno fiscale in corso. Continueremo a sostenere la continua crescita di successo dell'azienda e a promuovere un'assistenza sanitaria stabile in Europa", ha concluso Seidel.